Loading...

Cerca nel blog

venerdì 23 aprile 2010

Appello a tutti i disoccupati d'Italia...

Vorrei lanciare un vero appello a tutti i disoccupati d'Italia, che hanno serie difficoltà nel cercare lavoro nel nostro paese.
Si tratta di un "invito" a "essere condannati dalla giustizia in Italia".
La mia, ovviamente, vuole essere una provocazione al fatto di cronaca-tv incredibile che stiamo vivendo in Italia con Fabrizio Corona.
Condannato dapprima a 3 anni e 8 mesi, in seguito una nuova condanna a 1 anno e 8 mesi per corruzione (vedi post su Fabrizio Corona) ed ora lo vedremo come debuttante attore nella fiction televisiva "Squadra antimafia 2" in onda dal 27 aprile su Canale 5.
Vorrei rivolgere una domanda alla produzione della fiction, quale è il compenso per Fabrizio Corona ? se la risposta fosse nessun compenso, sicuramente il risvolto pubblicitario sia di Corona che della fiction sarebbe alto.
Allora è vero che per lavorare in Italia, bisogna essere o truffatori o figli di papà o papi.
Vorrei precisare che la mia non vuole essere una condanna a Fabrizio Corona che come persona stimo in quanto dal nulla ha sapientemente e furbescamente saputo costruirsi una immagine per poi sfruttarla in termini economici, ma vuole essere un monito alla giustizia, non si può una volta condannata una persona fare in modo che questa tragga i benefici economici dalla condanna stessa, altrimenti l'insegnamento che emerge è quello che per fare carriera devi essere delinquente, ma sopratutto devi essere condannato in Italia.

sabato 17 aprile 2010

Minicar a Roma

I troppi incidenti anche mortali provocati dalle minicar in circolazione a Roma, hanno messo in risalto il problema della alta velocità sulle strade della capitale. Ecco alcuni numeri :più di 5.000 minicar che circolano sulle strade di Roma,provocando solo nel 2008 133 incidenti.
Le parole del Sindaco Alemanno, dopo l'ennesimo incidente mortale sono state : "piano controlli su veicoli truccati", quasi a voler soltanto adesso evidenziare il problema. Ogni giorno, all'uscita di diverse scuole sopratutto private di Roma, sfrecciano migliaia di minicar truccate da meccanici che con € 150.00 modificano la velocità delle macchinine.
La mia sorpresa e domanda è : ma dove vive il Sindaco Alemanno, i vigili, i vari addetti ai controlli nella città di Roma, per non vedere le minicar truccate sfrecciare ad alta velocità per le strade del centro, incidentandosi anche fra di loro ? all'uscita di uno dei tanti istituti privati, il rumore delle minicar truccate fa scattare gli allarmi dei negozi puntualmente alle ore 13.00,come lo sparo del cannone che ogni giorno ricorda alla città di Roma l'arrivo delle ore 12.00.
La mia non vuole essere un'accusa al primo cittadino, ma vuole soltanto far riflettere sul perchè si debba mettere in risalto, dopo una morte, un problema che è sotto gli occhi di tutti quotidianamente.

giovedì 15 aprile 2010

Addio a Raimondo Vianello . . .

Come commentare la notizia della morte di Raimondo Vianello, è difficile per tutti ed in particolar modo per Sandra Mondaini, compagnia, amica di sempre ed anche spalla comica del grande e vero showman che l'Italia ha avuto.
Grazie per tutte le risate, le battute ed i sorrisi che noi italiano abbiamo fatto in un paese ormai privo di veri personaggi umani e televisivi.
Grazie .....

venerdì 2 aprile 2010

RU 486 che fare ?

Sono giorni che si parla del problema della pillola anticoncezionale RU 486, la quale è stata bandita da due regioni lontane politicamente dalla Chiesa ma vicine ai lettori cristiani.
Si tratta delle Regioni del Piemonte e del Veneto dove i neo presidenti Cota e Zaia, hanno deciso di lasciare il farmaco in magazzino.
Il punto da evidenziare non è morale - cattolico, ma sopratutto comportamentale e sanitario.
Io fondamentalmente non mi schiero da nessuna parte, ma penso di saper analizzare bene la realtà vedendo, ascoltando ed esprimendo delle conclusioni sulla vicenda.
La donna che dopo un rapporto sessuale, decide o sola o con il suo compagno di fare uso della pillola RU486, lo fa per vari motivi, alcuni dei quali legati alle condizioni economiche scarse, alla paura di non voler far crescere un bambino senza il padre il quale ha deciso di andare via, alla paura, essendo sieropositiva e dopo aver effettuato tutti i controlli, di far nascere e crescere un bambino sieropositivo.
Queste paure e difficoltà stranamente non vengono considerate dalla Chiesa ed ora anche alcuni governatori in Italia i quali ma pensano erroneamente che la pillola venga usata per vietare la nascita di un bambino generalizzando i motivi.
In Africa, alcuni preti, hanno avuto dalla Chiesa l'ordine di non dare gli anticonzionali alle donne, incrementando nel paese africano il virus dell' AIDS.
Per fortuna alcuni preti hanno omesso questo ordine, mettendo in salvo le donne dalla malattia e chiedendosi ogni giorno davanti a Dio cosa è giusto e cosa è sbagliato.
Io penso che il giusto non esista ma esiste soltanto la realtà, ovvero la consapevolezza che oggi, nel nuovo millennio i problemi sono tanti e le soluzioni poche se si vuole ancora dare retta ad una teologia vaticana, la quale parla di miseria (patrimonio economico del Vaticano immenso), parla di salute (divieto di prevenire AIDS) ma molto inconcludente.
Speriamo che per una volta il potere, i voti, l'economia non abbiano il sopravvento sull'intelligenza