Loading...

Cerca nel blog

martedì 22 giugno 2010

Ancora lo sciopero a Roma, un appello per protestare

Venerdi 25 giugno 2010 torna nuovamente uno sciopero indetto dalla Filt Cgil che coinvolge anche i mezzi di trasporto della capitale (metropolitana A e B e autobus) fermi dalle 8,30 alle 12,30.
Nel mese di Giugno 2010 è la seconda volta che diverse sigle sindacali chiudono i cancelli alle migliaia di persone che quotidianamente accalcano i mezzi di trasporto di Roma.Sembra strano pensare che gli scioperi vengano sempre proclamati nella giornata del venerdi (venerdi 11 giugno 2010 ultimo sciopero indetto e confermato)e le uniche persone coinvolte, oltre che ai diretti interessati, sono i cittadini. Nel corso degli anni sono arrivate anche numerose segnalazioni di licenziamenti a carico di alcuni impiegati che per continui ritardi al lavoro o mancanza dal posto di lavoro, causati sempre dai mezzi di trasporto, sono stati costretti da alcune aziende a rimanere a casa, ponendo come ulteriore scusa la "crisi".
Ritengo lo sciopero una forma fondamentale, essenziale ed unica di protesta, ma a mio avviso le ormai sempre crescenti sigle sindacali, ne stanno facendo un uso inappropiato. Uno dei modi,forse più opportuni per attirare l'attenzione dei manager delle grandi aziende è l'unione, ma le sigle sindacali non possono avere il consenso dei cittadini, che ormai costantemente vengono coinvolti negli scioperi non potendo usufruire delle auto blu dei manger che li portano al lavoro.
Mi piacerebbe lanciare una protesta ed un appello dal mio blog, uno sciopero di tutti i cittadini e pendolari che quotidianamente vanno al lavoro, la forma di protesta non deve essere di assenteismo ma di non pagamento del biglietto o non visione del proprio abbonamento. Volete sapere la reazione ? un enorme mancato introito di un giorno qualunque.

venerdì 18 giugno 2010

Lo sapevate che Aldo Brancher ...

Da oggi il nostro Parlamento ha un nuovo Ministro per il Federalismo il Signor Aldo Brancher, il quale viene indagato a Milano per ricettazione nell’indagine sullo scandalo della Banca Antonveneta e la scalata di Gianpiero Fiorani all’istituto creditizio: la Procura ha rintracciato, presso la Banca Popolare di Lodi, un conto intestato alla moglie di Brancher con un affidamento e una plusvalenza sicura di 300mila euro in due anni.
La considerazione che dovremmo fare è la seguente, Brancher è stato nominato per meriti o per evitare che il neo ministro possa continuare ad essere indagato ?
Vorrei anche sottolineare che il ministero delle Semplificazioni occupato da Calderoli, stava già attuando delle politiche di federalismo e che quindi non vi era alcun motivo per creare una nuova poltrona sopratutto in un momento in cui l'Italia è in crisi economica.

ModArt e Premio Margutta 2010, quello originale

Si è svolta il giorno 11 giugno 2010 su via margutta la manifestazione ModArte e la consegna del Premio Margutta che rappresenta “archetipo della creatività simbolo di fecondità intellettiva”, realizzato da Angela Pellicanò ed è un riconoscimento assegnato a personaggi illustri.

Nella serata sono state presentate le collezioni di alta moda di Sebastiano Basile, sartoria napoletanta e i cult bijou di Nanisky (Sara Palenca).
La serata è stata anche caratterizzata da due performance artistiche, la prima di Giuseppe Amorese dal titolo "Domino" e la seconda di Angela Pellicanò "parole e lumache".

Durante lo svolgimento della serata sono stati consegnati i premi margutta 2010 a :

Sezione Televisione : Mara Venier; Sezione Cinema : Eleonora Giorgi;Sezione Moda : Sebastiano Basile;Sezione Giornalismo : Augusto Minzolini (Direttore TG 1);
Sezione Istituzioni : Antonio Catricalà ( Presidente Antritust);
Sezione Istituzioni : Orlando Corsetti (Presidente I Municipio del Comune di Roma)
Sezione Personaggi Illustri : Ercole P. Pellicanò (Presidente Associazione Nazionale per lo Studio dei Problemi del Credito);Sezione Imprenditoria : Pino Brusone e Sezione Audiovisivo : Francesco Gesualdi.

Ad impreziosire la serata hanno sfilato alcuni costumi creati da Danilo Donati dei film di Federico Fellini “I Clowns” e “Il Casanova”.

La scultura "Premio Margutta" nel corso delle edizioni, sempre su via margutta, è stata assegnata : Pippo Baudo, Pupi Avati, Gabriele Salvatores, Renato Balestra, Fausto Sarli, Stefano Dominella, Guillermo Mariotto, Vittoria Belvedere, Niccolò Fabi, Marta Cecchetto, Carlo Verdone, Gianni Floris, Zero – Assoluto, On. Walter Veltroni, Philippe Daverio, Santo Versace, Anna Falchi, Franco Di Mare, Matteo Marzotto, Isabella Bossi Fedrigotti, Andrea Monorchio, Veronica Maya, Claudio Santamaria, Alessandra Mastronardi, Michele Placido, Emmanuele Emanuele, Philip Rylands, Gianfranco Jannuzzo ed altri.

L'importanza del Premio Margutta è anche data dal fatto che tale premio è stato copiato, ma la statuetta di Angela Pellicanò è presente, in molte abitazioni e studi di grandi personaggi, che hanno ricevuto il premio su via margutta, da 13 anni.

www.premiomargutta.org