Loading...

Cerca nel blog

venerdì 6 aprile 2012

Soldi facili ai partiti......


Ci risiamo, ancora una volta si parla di soldi ai partiti e realizzazioni facili per chi amministra i soldi all'interno degli stessi.
Dopo la Margherita adesso la Lega Lombarda, cambiano i nomi ma resta sempre la truffa.
Trovo assurdo pensare e far pensare che i vertici dei partiti non sappiano nulla dei soldi che girano all'interno delle sedi da loro gestite, dovesse passare per buono questa teoria, italiani siamo nella merda, perche' vorrebbe dire che i politici che votiamo non sono in grado di fare i " buoni padri di famiglia" ovvero coloro i quali devono dare una linea guida agli elettori e garantire loro la sicurezza e la garanzia. Ricordo anche che i soldi truffati, in alcuni casi sono anche di coloro che militano all'interno dei partiti, gente che non arriva a fine mese ma che crede in dei valori che gli stessi partiti emanano. Gente disposta a dare anche € 10 e rinunciare ad un giocattolo per il proprio figlio, credendo che sia meglio il fututo del proprio figlio ad un giocattolo nell'immediato.
Ritengo che nella storia della Margherita o nella Lega i vertici ( Rutelli e Bossi) non possano essere stati all'oscuro di tutto, casomai non usufruire dei soldi, ma almeno sapere. Ritengo giusta la scelta di Bossi di andare via, ma incuncludente, ricordiamoci che ai vertici della Lega vi sono sempre i figli, adesso con ruoli importanti nel paese e privi di ogni cansapevolezza di fare la cosa giusta o la politica adeguata al paese o alla regione nella quale detengono un ruolo.
Basta con i soldi ai partiti e basta con gente che ricopre ruoli importanti con l'arroganza di portare un cognome importante.